Puglia da gustare a colori

Puglia da gustare a colori

Puglia da gustare a colori: pettole e vino

Percorrendo la Puglia non è difficile incontrare un vigneto e sostare per ammirare i colori degli acini d'uva: giallo, giallo dorato, verde, rosa, viola, nero.

A San Martino tutto il mosto diventa vino, dice un vecchio proverbio. Un rito novembrino che caratterizza la tradizione vitivinicola italiana. In Puglia San Martino è una festa molto sentita. Quest’anno a causa dell’emergenza covid le famiglie non potranno riunirsi, ma noi non rinunciamo a gustare la nostra Puglia a colori. Per promuovere il gusto è necessario tornare alle radici, alla genuinitá, all’elemento natura, alla riscoperta dei valori di una terra generosa di frutti e di emozioni. Per viaggiare nel tempo, nei profumi, nei colori e nei sapori delle terre di Puglia, vi consigliamo alcuni antipasti tipici da assaporare rigorosamente con vini pugliesi. In questo momento abbiamo tutti bisogno di sognare, di guardarci intorno con consapevolezza e BUONessere. Buon viaggio di gusto.

LE PETTOLE

Le pettole sono delle deliziose palline di pasta lievitata fritta, che si possono gustare sia bianche, oppure alla pizzaiola, con pomodorini e olive, oppure dolci con vincotto. Ecco la ricetta delle pettole alla pizzaiola: 450 grammi di farina 0, 150 grammi di farina di semola di grano duro, mezzo panetto di lievito, sale quanto basta, una patata lessa, pomodorini, olive nere, un pizzico di origano, 400 ml di acqua tiepida, olio per friggere. Prepaparazione: sciogliere il lievito di birra in un pochino di acqua tiepida, versarlo nella farina, aggiungere la patata lessa schiacciata e il sale, mescolate, unire poco alla volta la restante acqua e lavorare a lungo. L’impasto deve risultare abbastanza morbido, poi coprire e lasciare lievitare. Appena risulterà lievitato, aggiungere i pomodori a tocchetti, le olive e l’origano e cominciate la frittura. Bagnandovi le mani prelevate piccole quantità di impasto e lasciate scivolare delle palline nell’olio caldo.

FINGER FOOD ZUCCA

Un gustoso antipasto autunnale per quattro persone: 100 grammi di zucca, 1 spicchio di aglio, peperoncino, 10 olive nere, 3 filetti di cipolla, olio. Preparazione della zucca: togliere la buccia alla zucca e tagliarla a pezzettini. Far riscaldare l’olio, un po’ di cipolla, aglio e peperoncino. Aggiungere la zucca e cuocere per 15 minuti, aggiungendo le olive a metà cottura.

CIME TEMPESTOSE, LE RAPE

Le cime di rapa non possono mancare su ogni tavola pugliese che si rispetti. Per veri intenditori, quattro porzioni: 200 grammi di rape, aglio, olio e peperoncino. Preparazione delle rape: lessare le rape in acqua bollente salata. Imbiondire l’aglio con il peperoncino e aggiungere le rape. Lasciare insaporire per dieci minuti. 

GIALLO, ROSSO, VERDONE: I PEPERONI

Un antipasto a colori per quattro persone: 200 grammi di peperoni, foglie di mentuccia, olio, pan grattuggiato, sale, aceto. Preparazione dei peperoni: tagliare i peperoni a julienne e soffriggerli nell’olio ben caldo per qualche minuto, poi scolarli bene e condirli con aceto, mentuccia e sale. Spolverare con del pane grattuggiato. 

SAPORI DELL’ORTO: LE MELENZANE SPINOSE

Le melanzane spinose sono ricche di vitamina C, amminoacidi e sali minerali. Il loro sapore è molto delicato. Per quattro porzioni: 400 grammi di melanzane spinose, aceto, sedano, origano, olio. Preparazione: tagliare a fette le melanzane, cuocere su entrambi i lati sulla piastra per qualche minuto, quindi condire con olio extravergine d’oliva, aceto, sedano, origano e sale.

BUONessere, i piatti della tradizione che valorizzano i prodotti tipici agroalimentari stagionali, da accompagnare con vini rigorosamente pugliesi. 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

quindici − 11 =