I segreti del vino di Puglia: 4 che non sai

I segreti del vino di Puglia: 4 che non sai

I SEGRETI DEL VINO DI PUGLIA

4 cose che non sai sul vino della nostra regione

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Hai assaggiato un buon vino di Puglia, forse proprio durante un tuo soggiorno in questa splendida regione, e ti sei innamorato del suo sapore e intensità, e magari anche del cibo con il quale lo hai accompagnato?

Probabilmente sai di essere in ottima compagnia, dal momento che una delle cose che i pugliesi e i visitatori amano di più è proprio il nostro nettare degli dei.

Eppure, nonostante questo amore, forse ci sono degli aneddoti e delle cose che ancora non sai del vino di Puglia.

Facciamo insieme un veloce viaggio tra le curiosità del vino di Puglia, che te lo faranno amare ancora di più.

SEGRETO NUMERO 1

il primissimo rosato prodotto in Italia è pugliese

La Puglia ha da tempo un amore per il vino rosato che si trasforma in eccellenza nel settore.

Infatti, per quanto il grande successo dei vini rosati di Puglia e l’aumento delle cantine specializzate nel rosé siano fenomeni relativamente recenti, coronati dall’importante manifestazione Roséxpo, la tradizione in rosa ha radici lontane e storicamente molto rilevanti.

Infatti il primissimo rosato imbottigliato in Italia viene dal Salento ed è il Five Roses (Leone de Castris) così battezzato nel 1945 quando gli alleati americani fecero un grosso ordine di rosato italiano (chiedendo però che avesse un nome americano).
Fu così che i vinificatori delle vigne “Cinque rose” di Salice Salentino crearono il “Five Roses”, ancora tra i più amati ed esportati.

SEGRETO NUMERO 2

i vini doc di Puglia sono ben 26

Se dici “vino pugliese” molti pensano immediatamente a Negroamaro, Nero di Troia, Primitivo di Manduria o Salice Salentino.

In realtà i vini doc della regione sono ben 26, tra cui l’Aleatico, Castel del Monte, Colline Joniche tarantine, Gravina, Rosso di Barletta, Rosso di Cerignola e molti altri!

Val la pena di pianificare un tour dal Gargano al Salento per degustarli tutti, non credi?

SEGRETO NUMERO 3

l’export di vini pugliesi è un primato nazionale

Il vino Pugliese sta vivendo una fase di boom delle esportazioni e delle vendite dirette on line al consumatore, grazie ad anni di eccellenza produttiva e ad un netto miglioramento della promozione in Italia e all’estero.
Come dimostrano gli ultimi dati coldiretti, il Primitivo, in particolare, ha visto un aumento del 21 per cento delle esportazioni, posizionandosi al secondo posto in Italia per incremento delle vendite.

SEGRETO NUMERO 4

il Vino Pugliese ha riempito la cantina… della Casa Bianca.

Se ami il vino di Puglia, sappi che vai d’accordo con i palati più “coccolati” e raffinati del mondo, dal momento che nella cantina della casa dei Presidenti degli Stati Uniti è stato fatto di recente un ordine di circa 4.300 bottiglie provenienti dal tacco d’Italia.
L’ordine comprende, nello specifico, 720 casse da sei bottiglie contenenti vari vini tra cui Mascherone, Primitivo Igt Puglia e il Muro Sant’Angelo Contrada Barbatto, Primitivo doc Gioia del Colle.

Uno dei modi per conoscere la Puglia è proprio attraverso il suo vino. Se sei un amante dell’eno gastronomia, non perdere l’occasione di “bere” un po’ di buona Puglia.

CONDIVIDI SUI SOCIAL:

Lascia un commento

20 − 2 =

Chiudi il menu
1
Ciao, puoi contattarci in qualsiasi momento.
Rispondiamo dalle ore 09.30-12.30 e dalle ore 15.30 alle 17.30
Powered by
×
×

Carrello